Numeri da vera guerra. Aspettavamo questo ribasso, poi si potrà tornare ad acquistare. Con attenzione

15.04.2020

Numeri da vera guerra. Aspettavamo questo ribasso, poi si potrà tornare ad acquistare. Con attezione

I numeri confermano le previsioni del FMI. Iniziano i primi dati che includono gli effetti del covid-19 e della chiusura dell'economia.

Le prime trimestrali del sistema bancario americano hanno evidenziato un crollo degli utili. Goldman Sachs, Bofa, Jp MOrgan tutte con grandi cali. Molto dovuto ad accantonamenti in previsione di possibile perdite dovute alla quantità di bancarotta aziendali.

L'International Energy Agency (Iea) prevede un calo della produzione di petrolio nel breve periodo di 29 milioni di barili al giorno. ). Per tutto il 2020 di 9,9 milioni.

Oggi, negli Usa sono usciti dati schock

  • Indice manifatturiero del NY empire state di aprile -78,2
  • Vendite al dettaglio di marzo -8,7%
  • Produzione industriale di marzo -5,4%
  • Produzione manifatturiera marzo - -6,3%

É chiaro ed evidente che i numeri non mentono e hanno immediatamente provocato la reazione dei mercati. I dati confermano ciò che abbiamo sempre sostenuto fin dall'inizio. E i dati di aprile saranno peggio.

Una recessione che potrà essere paragonata solo a quella verificatasi nel 1929. E potrebbe avre implicazioni ancora maggiori.

Le criticità saranno notevoli e le ripercussioni saranno fortissime. Nelle borse avremo un altro calo importante che porterà gli indici sui minimi precedenti e, probabilmente al di sotto di quei limiti.

Solo allora, si potrà ripartire e tornare ad investir long.

Per l'economia, invece, le conseguenze rischiano di essere catastrofiche. Oggi, in Italia, l'annuncio di Scarpe & Scarpe che non ce la fa più: richiesta di concordato fallimentare e 1.800 persone che restaeranno senza lavoro.

Se la gestione mondiale di questi eventi sia stata adeguata sarà da stabilire, ma l'impressione è che ci sia stata una reazione che non ha considerato bene la complessità di certe scelte.